Recupero post parto

Recupero post parto nella tradizione mesoamericana : cosa fare e quali trattamenti usare


Il post parto è un periodo molto delicato considerato un periodo di passaggio al fine di permettere la creazione di una diade madre bambino.

Questo prevede l’inizio di un periodo chiamato quarentena scandito da tabù precisi e da credenze al fine di salvaguardare la sua e altrui salute.

Il post parto inizia con la nascita del bambino fino ai successivi quaranta giorni è un momento in cui si vive “fuori” dal corpo fisico, trasformandosi in un periodo molto delicato e introspettivo in cui molti tabù e precauzioni intervengono per aiutare questo momento di passaggio.

Nella cosmovisione mesoamericana si considera il parto come un momento di esperienza spirituale ( dove si perde una grande quantità di calore a causa della “grande apertura”, mentre il post parto è considerato come un momento di freddo e di mobilità, dove si presenta la necessità di riscaldare il corpo che ha sofferto una grande perdita di calore principalmente attraverso una dieta caliente (calda), attraverso una chiusura del ventre con Rebozo o la Faja lunar, ricevendo un massaggio Sobada d’utero, utilizzando la yoni egg di ossidiana, e ricevendo la moxibusione.


Vediamo ogni singolo passaggio:

1. La dieta calda

La base è una dieta di brodo vegetale o verdure di tipo calde o con spezie calde, atolle di mais, fagioli e zuppe di pollo, per i primi quaranta giorni. E’ importante in questo senso evitare tutti i cibi freddi: verdure crude, aguacate, mango e tutte le bevande fredde o molto zuccherate.


2. Uso del Rebozo o della faja lunar per la protezione del ventre

Un’altra attenzione molto importante è quello di proteggersi dai mal aire, queste sono correnti d’aria fredda (intese come malocchio) che possono entrare dall'esterno verso l’interno dell’utero; l’unico modo di proteggersi è quello di fasciarsi prontamente appena dopo l’uscita della placenta con un Rebozo di cotone (preferibilmente di colore rosso), proteggiendo completemente il ventre e in seguito con una fascia di colore rosso (faja lunar) per chiudere l’ombelico per i primi tre mesi dopo il parto.


3. Il Massaggio Sobada d’utero

Un altro elemento molto importante è il massaggio (sobada d’utero) a partire dal 40 dopo il parto , con il fine di riposizionare gli organi della cavità addominale che si sono spostati durante il parto. La partera si reca a casa della donna e attraverso un massaggio con alcuni preparati oleosi la massaggia fino a che non sente con le mani di aver ristabilito l’ordine degli organi addominali, il massaggio dura alcune ore e può avere diverse sedute (fino a tre a settimana).

Infine al termine dei 40 giorni, viene eseguito il cierre post parto, che consiste, come vedremo in dettaglio nel prossimo capitolo, in un dialogo tra la partera e la mamma, in una sobada, in un bagno post parto con erbe benefiche e infine una chiusura del corpo (apreton) che viene effettuata con un rebozo.


4. Uso della Yoni Egg di Ossidiana

La Yoni egg di ossidiana è uno strumento che aiuta a conservare il calore del tuo corpo e aumenta la produzione di energia nel corpo e nella mente, permettendo quindi un miglior recupero durante il post parto. Infatti il corpo della donna nel post parto si ritrova ad essere freddo e senza calore, questo le puó causare perdita di energia che puó portare fino alla depressione post parto. La Yoni egg di ossidiana è quindi uno strumento di contenzione e protezione eneregetica.


5. La Moxibustione nel post parto

La moxibustione nella tradizione mesoamericana è quella tecnica che permette di riscaldare alcuni punti del corpo attraverso un bastoncino di erbe secche (spesso di artemisia), che viene acceso e usato esternamente.

Lo scopo è quello di riscaldare alcuni punti del corpo al fine di permettere la rigenerazione energetica attraverso il calore. I punti che vengono riscaldati sono, per esempio, punti riflessi dell’utero e delle ovaie, cosi come punti riflessi delle surrenali, o del rene.

Esistono vari tipi di moxibustione: per il post parto, per la ricerca del concepimento naturale, per regolare il ciclo mestruale.



Tutti i contenuti sono a cura di Ester Botteri. Vietata la riproduzione senza il consenso dell’autrice





76 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti